Tasso di Conversione: Come Migliorarlo per Vendere di Più?

Categorie: Seller Tips Di Valentina Sangiovanni

tasso-di-conversioneDurante il nostro periodico appuntamento con la rubrica Seller Tips abbiamo già parlato di Tasso di Conversione, ovvero la percentuale di vendite effettuate rispetto alle visite ricevute. Grazie a Google Analytics, da qualche tempo sono disponibili per il vostro shop su Blomming, tantissimi dati che riflettono il comportamento dei vostri visitatori. Come analizzare correttamente il loro comportamento? E, ancora più importante, come adattare il nostro comportamento per concludere più vendite?

Se le vostre vendite non sono così alte come vi aspettavate i motivi possono essere diversi: basso tasso di visite, alta percentuale di Bounce Rate oppure basso Conversion Rate. Come agire singolarmente per ogni caso?

maggiori-visite-social-affiliation

Ipotesi 1: basso tasso di visite e basso tasso di conversione. Se poche persone visitano il vostro shop, va da sè, che le possibilità di effettuare delle vendite si riducono notevolmente. Come portare più persone sulla vostra vetrina online?

Esistono diversi strumenti utili che possono aiutarvi a guidare il traffico sulla vostra vetrina online, come social media marketing, e pubblicità online  – promoted post su Facebook oppure il classico PPC (Pay Per Click). Anche su Blomming potete trovare diversi strumenti specifici che vi aiuteranno a portare più traffico sul vostro shop (AD Espresso, Social Affiliation, Rich Pins e Twitter Cards), vi basterà solo decidere quello più adatto a voi!

Titolo-Descrizione-Prodotti

Ipotesi 2: alta percentuale di Bounce Rate e basso tasso di conversione. Con il termine Bounce Rate si intende la percentuale di visitatori che arriva sul vostro shop ma che lascia il sito senza aver effettuato alcuna operazione oppure  “se ne va” entro 30 secondi.

Diagnosticare i motivi che causano un alta percentuale di Bounce Rate non è per niente facile: i motivi per cui i vostri visitatori lasciano il vostro shop senza effettuare vendite potrebbero essere i più disparati. In ogni caso, ricordatevi che esistono tre strumenti fondamentali per presentare il vostro prodotto e che possono realmente fare la differenza quando cercate di vendere qualcosa online: foto, titolo e descrizione del prodotto. Assicurarvi che la presentazione del vostro prodotto sia fatta nel miglior modo possibile può sensibilmente far scendere il vostro Bounce Rate (o, più crudelmente, tasso di abbandono).

prezzo-prodotti-in-vendita-online

Ipotesi 3: alto tasso di coinvolgimento ma basso tasso di conversione. Sempre dal comportamento dei vostri visitatori si può valutare il loro livello di coinvolgimento, cioè quante pagine visitano singolarmente, e quanto tempo passano nel vostro shop online. Se analizzando le vostre statistiche vi accorgete che i vostri visitatori sono incuriositi dai vostri prodotti, ma non effettuano vendite potrebbe – ripeto potrebbe – essere un problema di prezzo.

Per prima cosa assicuratevi che foto, titolo e descrizione siano realizzati nel miglior modo possibile. Poi, date un’occhiata ai nostri consigli che riguardano il prezzo dei prodotti: qui e qui!

 

PS: Per controllare Bounce Rate e Conversion Rate su Google Analytics vi basterà cliccare sulla colonna di destra la penultima opzione della lista: BehaviorIn-Page Analytics.