Nuovo Algoritmo Facebook: cosa cambia per le Fanpage?

Categorie: Facebook, Seller Tips Di Valentina Sangiovanni

Facebook-nuovo-algoritmo

Se ne è parlato parecchio nelle ultime settimane come dell’”algoritmo che penalizza le pagine”, e ovviamente stiamo parlando dell’ultima sostanziale modifica apportata al funzionamento dell’Edgerank di Facebook, a fine gennaio. Forse vi sarete già accorti di alcuni cambiamenti, come il calo di interazioni quali Like, Commenti e Condivisioni, ma cosa è cambiato realmente? Perchè? E come possiamo adeguare la gestione delle nostre pagine Facebook?

Per capire meglio il funzionamento dell’Edgerank di Facebook vi consigliamo di leggere questa introduzione scritta qualche tempo fa, in ogni caso è bene qui ricordare che l’Edgerank serve a valutare il grado di coinvolgimento degli utenti.

Facebook compie continui test per migliorare la qualità dei news feed – le notizie che vediamo scorrere sulla nostra homepage – al fine di presentarci solo contenuti che ci interessano singolarmente e che presumibilmente ci spingono a un’azione. I nuovi test hanno rilevato che gli utenti si sentono più coinvolti, e quindi interagiscono di più, con i contenuti pubblicati dai propri contatti piuttosto che da brand e marchi. Ne deriva, quindi, che molti meno utenti vedono i contenuti che pubblichiamo sulle nostre pagine. E questa era la cattiva notizia!

Come vi avevamo già detto qui, Facebook per “calcolare” l’Edgerank prende in considerazione tre fattori fondamentali: affinità, peso e tempo. Cosa è cambiato e cosa no, con questo aggiornamento?

Affinità, come sappiamo è la relazione che l’utente ha con una pagina o con un’altra persona: se abbiamo più interazioni con una pagina o una persona, la vedremo più spesso.

Peso, è il “successo” di un nostro post. Quando più persone compiono azioni sul singolo post (foto, link, testo) tanto più questo diventerà popolare e quindi visibile.

facebook-edgerank-weight

Tempo, se prima Facebook tendeva a preferire la freschezza del contenuto, e quindi nonostante il successo di un post questo perdeva importanza con il passare del tempo (time decay), ora i vostri post potranno saranno ripubblicati se hanno avuto molto “peso” o successo, anche se non sono stati pubblicati tempo prima.

Queste determinanti però rappresentano il classico esempio del “cane che si morde la coda”. Se una persona solitamente non condivide o commenta una nostra foto… è meno probabile che scelga di farlo se non la vede! Ed è anche probabile che i post che abbiamo già avuto successo, ne abbiamo sempre di più, penalizzando così le pagine minori o appena nate.

Sempre nel comunicato però, è emerso anche un consiglio interessante, che riguarda il tipo di post. Se fino ad oggi abbiamo considerato la foto come miglior veicolo per il nostro messaggio (ovviamente corredata da link e testo), Facebook nel suo ultimo comunicato, fa una precisazione: non basta aggiungere un link e caricare un’immagine.

Secondo i test effettuati da Facebook, l’ideale sarebbe caricare il link originale, senza usare short link, e aspettare che il motore carichi tutti i metadati (come vedete nell’immagine sotto). Pare che questo tipo di post siano quelli che ottengano più coinvolgimento da parte degli utenti.facebook-edgerank-link-interi

Perchè tutti questi cambiamenti? E’ chiaro che Facebook cerca di offrire la migliore qualità possibile ai suoi utenti (e quindi omettere notizie poco interessanti per il singolo), ma è anche chiaro che si tratta di un’azienda e, in quanto tale, deve riuscire chiudere i bilanci in profitto servendosi, per esempio dei Promoted Post.

Per concludere, 3 consigli per aumentare la visibilità della vostra pagina Facebook, nonostante il nuovo algoritmo:

- Contenuto di qualità. Cercate di pubblicare post che siano effettivamente di interesse per i vostri fan ed evitate i troppi post “pubblicitari”. Le parole chiave sono: intrattenere, informare, coinvolgere.

Promoted Post e pubblicità. Viste le modifiche introdotte, avvalersi di questi strumenti, potrebbe essere una soluzione ottimale. Anche se rimane uno nota dolente, era chiaro che Facebook non potesse rimanere uno strumento totalmente gratuito, se usato per il marketing. Inoltre la pubblicità sul popolare social network comporta dei notevoli vantaggi a fronte di costi ridotti. A breve esamineremo l’argomento nel dettaglio.

Fan realmente interessati. Piuttosto che far crescere a dismisura i vostri fan, cercate di essere strategici e costruite una community di sostenitori, soprattutto  fidelizzando gli utenti più attivi.facebook-algoritmo-cambiamenti-fanpage

Evitate anche concorsi o regali per attirare più fan: se da un lato incuriosirete  più persone, dall’altro queste non darebbero alcun valore aggiunto alla pagina, proprio perchè attratti solo dal concorso e non particolarmente interessati. Vanno benissimo, invece, sconti, gadget o premi volti a fidelizzare i vostri fan più calorosi: ne saranno entusiasti!