CGL Walkingart: Stacca I Quadri Dalla Noia Dei Muri E Portali Nella Borsa. Anzi, Sulla Borsa

Categorie: Accessori Di Valentina Sangiovanni

CGL-Walking-Art painted bags

“Non ti senti un po’ artista anche tu?”, è il sottotitolo di questo blog. Impossibile quindi non recensire le creazioni di CGL Walkingart, un gruppo creativo che crea borse decisamente fuori dal comune. Non semplice riciclo o upcycling: i materiali di partenza sono veri e propri dipinti!

La sigla CGL racconta l’incontro di tre persone, tre creativi, tre amici: l’artista Marco Camera, la designer Chiara Gallizia e Riccardo Legnani. Quali storie si nascondono dietro a questo incontro e dietro ognuno di voi?
Tre amici, ognuno con l’ingrediente mancante per la riuscita della ricetta perfetta. L’idea era bella, funzionava: ogni volta che uno scampolo di tela diventava una borsetta, ci siamo meravigliati della resa. La possibilità di staccare i quadri dalla noia dei muri per dargli un senso concreto è piaciuta a Marco e così abbiamo chiesto a Riccardo di occuparsi della parte commerciale del nostro progetto, perché sapevamo che era un uomo coraggioso sensibile all’arte, come aveva già dimostrato nella promozione e divulgazione dei lavori di Mad Sisto (sua moglie), cercando di trovare nuovi supporti per le sue opere (piastrelle, tovaglie, borse, ombrelli, …). Così siamo partiti! Marco (pittore) mette le tele, Chiara (scultrice), assetata di forme, crea i modelli e Riccardo con la sua prorompente energia ci mette in riga dando un’impostazione reale al nostro sogno. 

Una domanda a Marco: avresti mai pensato che alcune tue opere un giorno sarebbero state “indossate”?
No, ma mi sono sempre reso conto che alcuni dei miei quadri erano belli anche “tagliati a pezzi”.

walkingart-handmade-artistic-bags

Sappiamo che l’idea di donar nuova vita alle tele di Marco è stata di Chiara, come ti è venuto in mente? Hai pensato subito a delle borse oppure è l’idea si è sviluppata in seguito? Quale è stato il percorso?
Due anni fa, scegliendo i quadri che avremmo esposto a una mostra, abbiamo trovato un rotolo di bellissime tele molto grandi ma assolutamente sezionabili. La prima idea è stata quella di farne degli scampoli; mano a mano che li guardavo nasceva la voglia di dare un senso pratico a quei bei colori e a quelle belle pennellate.

Chi si occupa della produzione? Vi affidate a degli artigiani che tagliano e cuciono per voi o producete direttamente?
Inizialmente l’idea era di produrre solo pezzi unici, quasi completamente autoprodotti. Quando abbiamo voluto introdurre nella produzione la collezione “POP” (edizione limitata stampata di 200 pezzi per soggetto) abbiamo deciso di affiancarci ad artigiani professionisti del settore e ci siamo resi conto che anche per la collezione UNIQUE la qualità del prodotto sarebbe stata migliore senza perdere la sua freschezza.

Vi occupate di arte e di design. Come si stanno sviluppando, soprattutto verso le “nuove leve”? Nuove tendenze da indicare?
In questo momento storico non è facile rispondere alla domanda. L’unica possibilità vera è creare cose belle in cui credere fino in fondo: crisi o no “L’arte fa bene all’anima” e tutti ne abbiamo una.walkingart-paintings-bagsChe ruolo ha la rete nei vostri progetti? E quali consigli potreste dare a chi sta iniziando?

Abbiamo scelto il web sia per vendere i nostri prodotti, sia per fare promozione: la Rete è un mercato globale e grazie a Blomming vendere online è un’esperienza facilmente realizzabile. Abbiamo realizzato il sito CGLWalkingart.com che, oltre a mostrare il catalogo completo delle collezioni, racconta chi siamo e l’idea di “Un’arte che cammina”: è il nostro biglietto da visita che tiene informato il pubblico sulle novità e gli eventi a cui partecipiamo. Abbiamo anche aperto una pagina Facebook e un canale Pinterest. I Social Media sono importanti per creare dialogo con gli utenti della Rete: non è solo un discorso commerciale, bensì l’occasione per creare e stimolare conversazioni sui temi che ruotano intorno al nostro progetto, quindi arte, design, pittura e scultura.walkingart-mondrian-style-painted-bagsFacebook è il social media più potente e ci permette di “chiacchierare”, condividere eventi e passioni. Pinterest invece è un canale più visivo, ci permette di raccontarci in modo creativo, parliamo attraverso le immagini, dei nostri prodotti ma anche di quello che ci piace e di ciò che ci ispira.

Abbiamo un solo consiglio per chi sta iniziando: fare ciò che ci appassiona e crederci, perché basta poco, grazie alla rete per esempio le possibilità si sono oggi moltiplicate.

Idee per il futuro?
“E’ un mondo difficile : felicità a momenti e futuro incerto” (T.Carotone)

Ecco lo Shop di CGLWalkingart: le borse fatte con veri dipinti.